ANPI - ANPPIA Comitato Provinciale di Bologna

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home comunicati stampa
comunicati stampa

Celebrazioni 21-25 aprile 2018 a Bologna

E-mail Stampa PDF

73° Anniversario della Liberazione

Celebrazioni nel Comune di Bologna

21 - 25 aprile

scarica il programma

alt


Programma ufficiale del Comitato provinciale della Resistenza e della Lotta di Liberazione per il 73° anniversario della Liberazione 21-25 aprile 2018:

- 21 aprile 2018 Liberazione di Bologna

ore 10 Piazza Nettuno: suono a festa della campana dell'Arengo; deposizione di corone alla lapide in ricordo dei Gruppi di combattimento e al sacrario dei caduti partigiani da parte dell'Associazione Nazionale Bersaglieri.

ore 10.45 Porta Mazzini: deposizione di corona alla lapide che ricorda l'ingresso del II Corpo d'Armata Polacco a Bologna il 21 aprile 1945.

ore 17 Piazza Nettuno: lettura collettiva del romanzo "L'Agnese va a morire" di Renata Viganò a cura di Brigata Viganò e Associazione PrendiParte.

 

- 24 aprile 2018

ore 15 Sala Borsa: inaugurazione della mostra di Antonella Cinelli "Ciò che resiste". La mostra sarà visitabile fino al 5 maggio.

ore 20: fiaccolata sui luoghi della Resistenza con ANPI Bologna e Associazione PrendiParte; ritrovo e partenza via Paolo Costa angolo via Murri.

 

- 25 aprile 2018 Festa della Liberazione

ore 9.45 Chiostro della basilica di Santo Stefano: deposizione di corone alle lapidi dei caduti in guerra.

ore 10.30 Piazza Nettuno: celebrazione ufficiale. Alzabandiera con picchetto militare d'onore e deposizione di corone al sacrario dei caduti partigiani e alla lapide ANEI. Interventi della presidente dell'ANPI di Bologna Anna Cocchi e dell'assessora regionale Emma Petitti.

ore 12 Giardino di Villa Cassarini (Porta Saragozza): deposizione di una corona alla lapide in memoria delle vittime omosessuali nei Lager nazisti.

ore 16.30 Piazza Maggiore: Gran ballo della Liberazione in collaborazione con le associazioni di ballo tradizionale bolognese.

Ultimo aggiornamento Venerdì 20 Aprile 2018 21:53
 

Appello al voto

E-mail Stampa PDF

In previsione delle prossime elezioni politiche per il rinnovo del Parlamento del 4 marzo 2018, l’ANPI provinciale di Bologna invita tutti i cittadini e le cittadine a recarsi alle urne per esercitare il proprio diritto-dovere di voto, essenziale conquista democratica degli antifascisti e dei partigiani, ottenuta con pesanti sacrifici, fino al dono della vita, nella stagione della guerra e della lotta contro nazismo e fascismo.

Astensione, indifferenza e rifiuto di prendere parte sono infatti pericolose minacce alla democrazia e all'esercizio della sovranità popolare e privano i cittadini e le cittadine della possibilità di veder portare la propria voce all'interno delle Istituzioni attraverso rappresentanti democraticamente eletti.

L'ANPI di Bologna invita altresì tutti gli elettori e le elettrici ad indirizzare la propria libera scelta di voto verso quelle forze politiche e quei candidati che si riconoscono appieno nella Costituzione e si impegnano per la sua integrale ed effettiva attuazione, che si richiamano ai principi di libertà, uguaglianza, giustizia, solidarietà e pace, anima della Lotta di Liberazione e fondamenti della Costituzione della Repubblica, e che respingono come disvalori il razzismo, la xenofobia, l’omofobia, la violenza contro i quali hanno combattuto l’Antifascismo e la Resistenza.



Bologna 22 febbraio 2018                                                                                       ANPI provinciale di Bologna

Ultimo aggiornamento Giovedì 22 Febbraio 2018 13:29
 

Manifestazione antifascista a Bologna

E-mail Stampa PDF

La decisione di ANPI, ARCI, CGIL e Libera di accogliere la richiesta del sindaco di Macerata di non tenere manifestazioni nella cittadina marchigiana a causa della situazione contingente non significa rinunciare a fare sentire la voce delle nostre associazioni.

ANPI, ARCI, CGIL e Libera sono infatti fermamente convinte che si debba dare una risposta decisa ai gravissimi fatti accaduti e a ciò che significano sul piano dell'attacco alla democrazia.

Per questo è allo studio una manifestazione nazionale per le prossime settimane.

Intanto a Bologna sabato 10 febbraio 2018 alle ore 10 in piazza Nettuno si terrà una manifestazione regionale delle quattro associazioni per dire con forza MAI PIU' FASCISMI.

Tutti i cittadini antifascisti sono caldamente invitati a partecipare.


Di seguito il comunicato congiunto

Anpi, Arci, Cgil e Libera Emilia Romagna in piazza del Nettuno a Bologna sabato 10 febbraio contro ogni fascismo e forma di razzismo

La risposta all’appello del sindaco di Macerata, e la conseguente sospensione della prevista manifestazione di sabato prossimo, non suoni come un “liberi tutti”, ma al contrario sproni a un maggiore impegno nel contrasto all’insorgere dei nuovi fascismi e allo sdoganamento di cui hanno troppo spesso giovato.

Per questo crediamo che sabato 10 febbraio, in mancanza della mobilitazione nazionale precedentemente indetta, si debbano moltiplicare le iniziative antifasciste e antirazziste in tutto il paese, contemporaneamente si intensifichi la raccolta delle firme sul nostro appello “Mai più fascismi”.

E non solo. È urgente che alla terribile violenza di sabato scorso ci sia una risposta forte, con una manifestazione nazionale da convocarsi nuovamente, in tempi molto ravvicinati, perché si dia voce e visibilità ai tanti che vogliono che simili episodi non avvengano mai più, ribadendo i valori alla base della nostra democrazia ed inscritti nella Carta Costituzionale.

Facciamo appello al Ministero dell’Interno perché come già in occasione dello scorso 28 ottobre vengano impedite, a Macerata così come altrove, manifestazioni fasciste.

Facciamo appello a tutte le forze politiche e sociali perché i fatti di Macerata non vengano, come si è tentato di fare, derubricati a gesto isolato di un folle, ma vengano riconosciuti per la loro matrice fascista e razzista. È perciò ancor più necessaria una forte iniziativa sul piano sociale, culturale e politico per arginare questa inaccettabile deriva.

Un fronte coeso, unitario, non violento è la migliore risposta al riemergere di questa sottocultura che dovrebbe essere consegnata definitivamente ai libri di storia.

Rimuovere il brodo di coltura, le condizioni materiali, in cui fascismo e razzismo prosperano sotto i nostri occhi è il compito primario di uno Stato e di una società democratica.

Per queste ragioni invitiamo tutte le cittadine e tutti i cittadini a partecipare alla manifestazione regionale contro ogni fascismo e contro ogni forma di razzismo, che si svolgerà sabato 10 febbraio 2018 a Bologna in Piazza del Nettuno, davanti al Sacrario dei Caduti della Resistenza, a partire dalle ore 10.

ANPI EMILIA ROMAGNA

ARCI EMILIA ROMAGNA

CGIL EMILIA ROMAGNA

LIBERA EMILIA ROMAGNA

Bologna, 8 febbraio 2018


scarica il comunicato

Ultimo aggiornamento Giovedì 08 Febbraio 2018 13:44
 

Sospesa la manifestazione di Macerata

E-mail Stampa PDF

Sospesa la manifestazione nazionale del 10 febbraio a Macerata

Nel prendere atto dell'appello, seppur tardivo, del Sindaco di Macerata affinché si fermino tutte le manifestazioni in città per il clima di smarrimento, paura e dolore vissuto dalla comunità locale, abbiamo assunto la decisione, non senza preoccupazione e inquietudine, di sospendere la manifestazione nazionale del 10 febbraio.

Nel contempo, pretendiamo che Macerata non diventi un luogo di attiva presenza neofascista: ciò sarebbe in violazione della Costituzione della Repubblica, delle leggi vigenti in materia e della civiltà. Siano quindi vietate le iniziative annunciate per i prossimi giorni in città da Forza nuova, da Casapound e da tutti i seminatori di razzismo. Il Sindaco sia protagonista, assieme ai Ministri deputati, di questa operativa assunzione di responsabilità.

Resta fermamente inteso che il nostro impegno continua nel solco di una forte azione di contrasto ai fascismi e ai razzismi che dovrà necessariamente condurre il Governo a sciogliere i partiti e le associazioni che si richiamano a quelle aberranti ideologie. Nell'invitare caldamente le cittadine e i cittadini a firmare in modo massiccio l'appello “Mai più fascismi”, chiamiamo fin d'ora a raccolta tutti i sinceri antifascisti e democratici per una grande manifestazione nazionale unitaria, da realizzare prossimamente. La data e il luogo saranno decisi e comunicati dalle organizzazioni promotrici dell'appello.

 

Roma, 7 febbraio 2018

 

Segreteria Nazionale ANPI

Presidente Nazionale ARCI

Segreteria Generale CGIL

Presidenza Nazionale LIBERA

 


Pagina 1 di 55
<<  Gennaio 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
  1  2  3  4  5  6  7
  8  91011121314
15161718192021
22232425262728
293031    

ANPIbologna @ YouTube

ANPI Bologna @ instagram!

Banner

Banner
Banner

vieni a trovarci su Facebook

vieni a trovarci su Facebook


Le lapidi sono importanti, i monumenti sono importanti, ma il più grande monumento, il maggiore, il più straordinario che si è costruito in Italia, alla Libertà, alla Giustizia, alla Resistenza, all’Antifascismo, al Pacifismo, è la nostra Costituzione.
Teresa Mattei (partigiana, la più giovane eletta nell'Assemblea Costituente)

Questo sito web usa i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione ed altre funzioni. Per saperne di più sui nostri cookies e come eliminarli, leggi la nostra Informativa.

Accetto i cookies da questo sito.

Informazioni sulla Direttiva e-Privacy