ANPI - ANPPIA Comitato Provinciale di Bologna

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
ANPI - ANPPIA Comitato Provinciale di Bologna

Protesta dell'ANPI provinciale di Bologna

E-mail Stampa PDF

obrist con figuranti Waffen SSL’ANPI provinciale di Bologna si associa alle proteste già espresse dal Comitato Nazionale dell’associazione con la lettera indirizzata al Presidente del Coni Giovanni Petrucci, ritenendo doveroso richiedere le dimissioni di Ernfried Obrist, presidente di una onorata società quale è l’Unione Italiana Tiro a Segno, ripreso fotograficamente lo scorso 25 aprile nei locali del tiro a segno di S. Arcangelo di Romagna (Rimini), in atteggiamento di evidente consonanza con alcuni individui che indossavano le divise della Waffen-SS.

Ultimo aggiornamento Lunedì 21 Settembre 2009 11:17 Leggi tutto...
 

L'ANPI per la libertà di stampa

E-mail Stampa PDF

censuraL’ANPI Nazionale aderisce con appassionata convinzione alla manifestazione del 3 ottobre a Roma a favore della libertà di stampa. Viviamo un momento delicatissimo per la tenuta democratica del Paese ed è necessario che tutte le forze culturali, politiche e tutti coloro che si riconoscono nei valori della Costituzione si ritrovino uniti per dire un no deciso ai continui e inauditi attentati alla libertà mossi dal Presidente del Consiglio e dal suo Governo che dovrebbero invece tutelarla e garantirla nell’interesse generale della collettività.

L’ANPI, da più di sessant’anni custode e promotrice instancabile dei valori della Resistenza, da cui la Costituzione ha preso vita, continuerà ad essere sempre presente ogni qual volta la convivenza civile e i diritti - duramente conquistati dalla parte più consapevole del nostro popolo fino all’estremo
sacrificio - vengano disattesi.


LA PRESIDENZA E LA SEGRETERIA NAZIONALE

Ultimo aggiornamento Venerdì 25 Settembre 2009 11:43
 

Scritte neofasciste sui muri della sede nazionale dell'ANPI a Roma

E-mail Stampa PDF

scritte fasciste sede ANPI Roma“Via Rasella: partigiano terrorista” questa la scritta comparsa domenica mattina sui muri della sede nazionale dell’ANPI a Roma. Un gesto vile che rappresenta in pieno la sottocultura di certo neofascismo che vive un momento di aggressiva rifioritura nella capitale, ma non solo. “I partigiani non furono massacratori” recita la recente sentenza della Cassazione su Via Rasella. Combattenti per la libertà, questa è la storia.

La Segreteria Nazionale ANPI  

Ultimo aggiornamento Lunedì 31 Agosto 2009 14:23
 

Ancora uno sfregio contro la Resistenza

E-mail Stampa PDF

targa ANPI sfregiataCon l’incisione “Viva il duce” sulla targa di ottone che indica la sede dell’ANPI provinciale di Bologna, i nostalgici fascisti hanno nuovamente oltraggiato la Resistenza.

La Presidenza dell’ANPI ha stigmatizzato l’atto provocatorio e segnalato il fatto alle autorità competenti.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 02 Settembre 2009 20:03
 

Verità, giustizia e memoria per le vittime delle stragi del '43-'45

E-mail Stampa PDF

Il presidente dell'ANPI Raimondo Ricci scrive a Schifani e a Fini:

“Verità sulla giustizia mancata alle vittime (15.000 – 20.000) delle stragi nazifasciste ’43-’45: Senato e Camera esaminino le risultanze della Magistratura Militare e delle due Commissioni parlamentari di indagine e inchiesta concluse da ben 8 anni”.
“(…) L’ANPI chiede che con ogni possibile sollecitudine il Senato della Repubblica e la Camera dei Deputati esaminino le risultanze alle quali sono pervenute nel 1999 il Consiglio della Magistratura Militare; nel 2001 la Commissione Giustizia della Camera in sede di indagine conoscitiva; nel 2006 la Commissione bicamerale d’Inchiesta sulle cause e sulle responsabilità del criminoso occultamento, nell’ “Armadio della Vergogna”, dei 2274 fascicoli riguardanti le stragi risalenti agli anni ’43-’45. Quanto è accaduto, come sarà senz’altro noto, ha impedito ai magistrati militari di rendere giustizia per l’uccisione di migliaia di militari italiani, fatti prigionieri e poi fucilati dalle truppe naziste - oltreché di tanti civili, anziani, bambine e donne - contro ogni norma di umanità e di diritto internazionale, come in particolare è avvenuto nella drammatica vicenda di Cefalonia e Corfù.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 22 Luglio 2009 07:18 Leggi tutto...
 


Pagina 94 di 96
<<  Giugno 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
252627282930 

ANPIbologna @ YouTube

ANPI Bologna @ instagram!

Banner

Banner
Banner

vieni a trovarci su Facebook

vieni a trovarci su Facebook


...vi sarà la libertà se noi sapremo esserne i portatori e se riusciremo a trasferire nelle città e in tutto il paese i principii di lealtà e di amicizia che qui abbiamo saputo istituire e difendere. Giovanni Battista Palmieri

(studente universitario, nato nel 1921, fucilato a 23 anni, partigiano, medaglia d'oro al valor militare)

Questo sito web usa i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione ed altre funzioni. Per saperne di più sui nostri cookies e come eliminarli, leggi la nostra Informativa.

Accetto i cookies da questo sito.

Informazioni sulla Direttiva e-Privacy