ANPI - ANPPIA Comitato Provinciale di Bologna

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
ANPI - ANPPIA Comitato Provinciale di Bologna

Comunicato dell'ANPI Nazionale sui fatti del 15 ottobre a Roma

E-mail Stampa PDF

Il Comitato Nazionale dell’ANPI,

a fronte dei gravissimi fatti accaduti sabato scorso a Roma; nell’esprimere la più sentita solidarietà a tutti coloro - e in particolare ai giovani -  a cui è stato impedito di esercitare liberamente e pacificamente un diritto costituzionale, tanto più rilevante in quanto contemporaneamente veniva esercitato in tutto il mondo (e senza incidenti), ed a tutti coloro che hanno  subito danni dalla violenza di un gruppo di estremisti reazionari;

condanna, nel modo più fermo, il comportamento di coloro che sono scesi in campo solo per praticare la violenza ed impedire una civile manifestazione di protesta, producendo danni gravissimi a persone e cose;

ribadisce che è compito dello Stato garantire la libertà di manifestazione del pensiero e la libertà di riunione, per cui non ha senso rispondere ad un atto di odiosa violenza con divieti che, prima ed invece di colpire i violenti, finiscono per limitare i diritti dei cittadini, al di là e al di fuori della Carta Costituzionale;

depreca che una incomprensibile gestione dell’ordine pubblico non solo non sia riuscita a prevenire quanto accaduto ma addirittura abbia esposto la città di Roma, i manifestanti pacifici (che peraltro non hanno potuto svolgere la loro manifestazione) e gli stessi agenti di polizia e carabinieri a subire violenze ed attacchi, non essendo preparati e attrezzati adeguatamente per respingerli;

si oppone fermamente ad ogni ipotesi di interventi polizieschi ed autoritari sulla scia delle emozioni suscitate dalla sciagurata giornata di Roma; non è con leggi eccezionali che si reprime la violenza, ma applicando rigorosamente la normativa vigente e prevenendo ogni tentativo di violenza;

esprime seria preoccupazione per i rigurgiti di autoritarismo e di fascismo che si affacciano continuamente, in varie forme, nel nostro Paese approfittando di un “clima” ritenuto favorevole e della disgregazione della vita politica e istituzionale del nostro Paese;

si appella alla coscienza civile ed alla sensibilità di tutti i cittadini perché rispondano alla violenza con le armi della democrazia, vale a dire con l’esercizio dei fondamentali diritti civili e politici, la partecipazione, la manifestazione convinta di una decisa volontà di svolta e di cambiamento, verso un sistema politico e istituzionale rispondente finalmente ai principi contenuti nella Costituzione;

ribadisce che solo l’unità di tutte le forze democratiche può salvare il nostro Paese dal degrado civile, sociale e politico in cui è precipitato e che ormai è divenuto intollerabile per ogni cittadino consapevole dei diritti inalienabili e degli stessi fondamenti della democrazia.

 

Roma, 19 ottobre 2011

IL COMITATO NAZIONALE ANPI

 

"Dalla piccola alla grande Repubblica"

E-mail Stampa PDF

ANPI Bologna, CAI Alta Valle del Reno, CAI Modena, in collaborazione con Istituto della Resistenza di Bologna, Istituto Storico di Modena, Istituto per i Beni artistici culturali e naturali Regione Emilia-Romagna, Anpi Modena, Ass. Linea Gotica, Comune di Lizzano in Belvedere, Comune di Porretta Terme,

invitano cittadini e studenti al Convegno

“Dalla piccola alla grande Repubblica“

La Repubblica di Montefiorino – I Partigiani – La Linea Gotica 

Giornata di studio e attività laboratoriali rivolta a tutti e con particolare attenzione agli studenti degli Istituti scolastici delle Province di Bologna e Modena

Palazzetto dello Sport e della Cultura “Enzo Biagi” - Lizzano in Belvedere

venerdì 28 ottobre 2011 ore 9

PROGRAMMA

Ore 9         Ritrovo dei partecipanti

Saluto delle autorità

Alessandro Agostini, Sindaco di Lizzano in Belvedere

Antonella Gualmini, Sindaco di Montefiorino

William Michelini, Presidente Anpi Bologna

Aude Pacchioni, Presidente Anpi Modena

Remo Dai Pra’  G.R. CAI-Emilia Romagna

Vincenzo Aiello, Dirigente Ufficio scolastico Provincia Bologna

Giuseppe De Biasi, Assessore Provincia di Bologna

Emilio Sabattini,  Presidente Provincia di Modena

Ore 10          Claudio Silingardi – Direttore Istituto Storico di Modena:

“Inquadramento del periodo storico e degli avvenimenti riguardanti la nascita e la fine della Repubblica di Montefiorino“

Ore 10,40     Simona Salustri – Università di Bologna:

“Montefiorino due punti e a capo. La Resistenza dalle Repubbliche partigiane alla Costituzione italiana”

Ore 11,30    Apertura attività laboratoriali

Dalle ore 12,15 Pranzo insieme

Ore 16        Termine attività

Leggi tutto...
 

Arrigo Boldrini

E-mail Stampa PDF

Vi segnaliamo l'iniziativa dal titolo "Arrigo Boldrini: il comandante partigiano, il dirigente comunista, il parlamentare", organizzata in occasione della mostra “Avanti popolo” (8 – 23 ottobre, Biblioteca Sala Borsa), che si terrà il giorno 19 ottobre alle ore 17.00 in Sala Borsa.

Interverrà all'incontro il Presidente Vasco Errani.

L’intero programma è disponibile sul sito della Fondazione duemila, www.fondazioneduemila.org

 

Anteprima documentario "La mia bandiera"

E-mail Stampa PDF

Lunedì 17 ottobre ore 18.00

Cinema Lumière, Sala Mastroianni, via Azzo Gardino 65, Bologna

Presentazione in anteprima del documentario “La mia Bandiera. La Resistenza al femminile”, di Giuliano Bugani e Salvo Lucchese, produzione Elenfant FilM

Il documentario “La mia Bandiera. La Resistenza al femminile” è un film sull'importanza del ruolo che le donne hanno avuto all'interno della Resistenza e su cosa ha significato per quelle donne, scegliere di “scendere in campo”.

Dalle testimonianze delle partigiane, uniche protagoniste del documentario, si ha uno spaccato inedito delle loro esperienze di lotta e di vita quotidiana come rivoluzionarie, attraverso le quali viene messo in evidenza il ruolo essenziale che le donne hanno avuto per la sopravvivenza e la vittoria della Resistenza stessa.

Il progetto, nato da un'idea di Giuliano Bugani, operaio e giornalista, realizzato con Salvo Lucchese Direttore della fotografia e regista, con Alessandra Cesari Presidente dell’Associazione Elenfant Film e responsabile sviluppo progetti e con Roberta Bononi, ex collaboratrice della Cineteca di Bologna, ha inizio nel 2009 ed è una raccolta di interviste a partigiane dell'Emilia-Romagna, da Piacenza a Rimini.

Leggi tutto...
 

Commemorazione dell'eccidio di Casteldebole

E-mail Stampa PDF

 Comitato Provinciale della Resistenza e della Lotta di Liberazione

Domenica 30 Ottobre 2011

67° Anniversario della battaglia e dell’eccidio di Casteldebole

ORE 9,30

Ritrovo in Via Caduti di Casteldebole 53/55 deposizione di corona al monumento

Ore 10,00

Corteo lungo la Via Caduti di Casteldebole, deposizione corona alla lapide in memoria dei partigiani e dei civili caduti in combattimento e per rappresaglia

Ore 10,30

COMMEMORAZIONE

Presiede

William Michelini

Presidente ANPI Provinciale di Bologna

Interviene

Nicola De Filippo

Presidente del Consiglio di Quartiere del Borgo Panigale

Oratore ufficiale

Virginio Merola

Sindaco del Comune di Bologna 

Intervengono i rappresentanti di:

Regione Emilia Romagna - Provincia di Bologna - Comune di Bologna

 

Sono stati invitati i Comuni di :Copparo (Fe) , Bosaro (Ro) ,Anzola dell'Emilia Bazzano,Casalecchio di Reno,Calderara di Reno,Crespellano,Castel Franco Emilia, Monte San Pietro, Sasso Marconi, Zola Predosa, ANPI Provinciale di Ferrara.

La cittadinanza è invitata a partecipare

 

 


Pagina 83 di 96
<<  Agosto 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

ANPIbologna @ YouTube

ANPI Bologna @ instagram!

Banner

Banner
Banner

vieni a trovarci su Facebook

vieni a trovarci su Facebook


...vi sarà la libertà se noi sapremo esserne i portatori e se riusciremo a trasferire nelle città e in tutto il paese i principii di lealtà e di amicizia che qui abbiamo saputo istituire e difendere. Giovanni Battista Palmieri

(studente universitario, nato nel 1921, fucilato a 23 anni, partigiano, medaglia d'oro al valor militare)

Questo sito web usa i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione ed altre funzioni. Per saperne di più sui nostri cookies e come eliminarli, leggi la nostra Informativa.

Accetto i cookies da questo sito.

Informazioni sulla Direttiva e-Privacy