ANPI - ANPPIA Comitato Provinciale di Bologna

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home agenda Dettagli - festa della Liberazione - Bazzano

EMAIL Stampa

Evento 

Titolo:
festa della Liberazione - Bazzano
Quando:
25.04.2013 - 25.04.2013 08.15 - 18.00
Categoria:
provincia di bologna

Descrizione

  • ore 8:15 - Partenza delegazioni per la visita ai Cippi dei Caduti del territorio di Bazzano
  • ore 9:00 (Oratorio di Piazza Garibaldi) Santa Messa in onore dei caduti di tutte le guerre
  • ore 9:45 (Piazza Garibaldi) Partenza corteo verso il cippo dei caduti in via della Resistenza
  • ore 10:00 (cippo via della Resistenza) lettura delle biografie di alcuni partigiani Bazzanesi a cura di A. N. P. I. Bazzano
  • ore 14:30 Corteo per le vie del paese con il Corpo Bandistico di Castello di Serravalle, organizzato dal Centro Sociale “R. Cassanelli”. Partenza davanti alla ex Coop (via Cerè), sosta davanti al rifugio antiaereo e arrivo al Centro Sociale “R. Cassanelli” per intrattenimento musicale.
  • ore 16:00 (Centro Sociale “R. Cassanelli”, via Fiorini 18) Crescentine, salumi e vino per tutti, offerti dal Centro Sociale “R. Cassanelli”
<<  Giugno 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
252627282930 

ANPIbologna @ YouTube

ANPI Bologna @ instagram!

Banner

Banner
Banner

vieni a trovarci su Facebook

vieni a trovarci su Facebook


mi ricordo di essere caduta almeno due o tre volte il giorno della Liberazione. Era l’emozione? Fu una cosa talmente... io non so come descriverla perché fu una gioia così grande il pensare che la guerra era finita e che i tedeschi erano partiti, che i fascisti erano sconfitti, fu una cosa enorme. Tutto questo popolo di gente, io non capivo più niente, correvo dalle Due Torri a Piazza Maggiore.La gente cominciava a portare i santini, le fotografie e li attaccavano lì al muro del Palazzo del Comune. Fu una roba! E poi chi piangeva, perché la gioia fa anche piangere e poi molti non c’erano più. Diana Sabbi, Medaglia d’argento al valor militare

Questo sito web usa i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione ed altre funzioni. Per saperne di più sui nostri cookies e come eliminarli, leggi la nostra Informativa.

Accetto i cookies da questo sito.

Informazioni sulla Direttiva e-Privacy