ANPI - ANPPIA Comitato Provinciale di Bologna

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home agenda Dettagli - Percorso in bicicletta in ricordo dei caduti di Sabbiuno

EMAIL Stampa

Evento 

Percorso in bicicletta in ricordo dei caduti di Sabbiuno
Titolo:
Percorso in bicicletta in ricordo dei caduti di Sabbiuno
Quando:
25.04.2013 - 25.04.2013 09.30 - 15.00
Dove:
Bologna - Bologna
Categoria:
bologna

Descrizione

  • ORE 9.30 Ritrovo in Piazza San Giovanni in Monte con il partigiano Renato Romagnoli, nome di battaglia “Italiano”, e l’Assessore alla Mobilità del Comune di Bologna Andrea Colombo.
  • ORE 10.00 Partenza: si pedala fino a Sabbiuno facendo tappa in corrispondenza dei cartelli esplicativi dove il curatore dei testi Andrea Garreffa racconterà la storia collegata ai luoghi.
  • ORE 10.10 A Porta Castiglione, all’ingresso dei Giardini Margherita, sarà presente il direttore dell’Istituto Parri Luca Alessandrini, che racconterà cos’era la Sperrzone e il ruolo svolto dal Centro Putti nel corso dell’ultima guerra.
  • ORE 12.30 Visita al Monumento di Sabbiuno.
  • Sarà presente Letizia Gelli Mazzucato, co-autrice del Monumento.
  • ORE 13.00 Ristoro al Parco Cavaioni organizzato da Ca’ Shin (poco distante da Sabbiuno).
  • ORE 14.00 Partenza per Bologna lungo il percorso naturalistico in discesa verso Villa Spada.
  • ORE 15.00 Arrivo in Piazza Maggiore per unirsi alle celebrazioni organizzate dall’ANPI.

scarica il volantino dove troverai tanti dettagli in più, la mappa e l'accesso ai contenuti multimediali

Sede

luogo:
Bologna   -   Sito web
Città:
Bologna
Provincia:
Bologna
<<  Gennaio 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
  1  2  3  4  5  6  7
  8  91011121314
15161718192021
22232425262728
293031    

ANPIbologna @ YouTube

ANPI Bologna @ instagram!

Banner

Banner
Banner

vieni a trovarci su Facebook

vieni a trovarci su Facebook


E i figli suoi erano già nel cuore di tanti partigiani che si andavano organizzando, e nascevano battaglioni "Cervi", e l'odio per il tedesco si ingrandiva nelle campagne e nelle città. Finchè le mura del carcere crollarono e si aprì sull'Italia il cielo della liberazione A. Cervi, "I miei sette figli"

Questo sito web usa i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione ed altre funzioni. Per saperne di più sui nostri cookies e come eliminarli, leggi la nostra Informativa.

Accetto i cookies da questo sito.

Informazioni sulla Direttiva e-Privacy