ANPI - ANPPIA Comitato Provinciale di Bologna

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
...resistere non invecchia!

Comunicato ANPI Bologna contro manifestazione Forza Nuova

E-mail Stampa PDF



alt


L’ANPI Provinciale di Bologna esprime la propria assoluta contrarietà alla manifestazione indetta da Forza Nuova (sotto la denominazione “Appennino tricolore”) per lunedì 25 luglio contro la presenza nella frazione Lama di Reno di Marzabotto di un piccolo gruppo di richiedenti asilo che seguiranno un percorso di formazione professionale nella ex cartiera.

L’ANPI, che per Statuto si impegna per la piena attuazione della Costituzione Italiana, si riconosce nell’art. 10 della Carta Costituzionale dove si afferma che gli stranieri, che nei loro paesi non possono esercitare le libertà democratiche garantite dalla Costituzione, hanno diritto di asilo in Italia.

Antifascismo oggi è anche questo: portare una testimonianza di democrazia e di civiltà di fronte alle spinte nazionalistiche che rispondono con aggressività e chiusura alle gravi emergenze dei nostri giorni. Non possono essere l’odio e la xenofobia la risposta alle richieste di aiuto di popoli in fuga dalla guerra.

La scelta del 25 luglio come data per una simile manifestazione da parte di Forza Nuova appare, peraltro, provocatoria, essendo come noto il 73° anniversario della caduta del fascismo, dittatura foriera di guerra e di morte, i cui epigoni non devono trovare spazio nella Repubblica Italiana nata dalla Resistenza.

L’ANPI Provinciale di Bologna è solidale con i richiedenti asilo e si associa alla sezione ANPI di Marzabotto, alle altre sezioni ANPI del territorio e ai rappresentanti delle istituzioni che si sono espressi in senso contrario a Forza Nuova, alle sigle che hanno aderito al presidio indetto contro la manifestazione fascista, e a tutte le antifasciste e gli antifascisti che si oppongono a questo atto di razzismo e intolleranza, indegno di un paese antifascista, democratico e civile.

Bologna, 22 luglio 2016                                      Associazione Nazionale Partigiani d'Italia - Comitato Provinciale di Bologna

             

Ultimo aggiornamento Sabato 23 Luglio 2016 12:53
 

73° anniversario della caduta del fascismo

E-mail Stampa PDF

Il Comitato Provinciale della Resistenza e della Lotta di Liberazione di Bologna, con l'Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti invitano tutte e tutti alle celebrazioni per il 73° anniversario della caduta del fascismo, per ricordare e celebrare insieme.

Leggi il programma della giornata...

Ultimo aggiornamento Venerdì 15 Luglio 2016 20:51 Leggi tutto...
 

Comunicato sulle affermazioni di Minutillo

E-mail Stampa PDF

alt

Bologna, 20 luglio 2016

COMUNICATO STAMPA


Il coordinamento regionale Emilia-Romagna dell’ANPI bolla come inqualificabili le affermazioni fasciste di Francesco Minutillo, ex segretario di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale di Forlì-Cesena, comparse sulla sua pagina Facebook, rapidamente cancellate, ma ribadite in seguito in interviste agli organi di informazione.
L’ANPI Emilia-Romagna mostra apprezzamento per la sospensione di Minutillo dal suo partito, decisa dai vertici regionali di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, anche se occorre rilevare che la presa di distanza appare parziale, se è vero che è limitata alle parole scritte da Minutillo contro le persone di fede islamica e definisce «fanfaluche» legate alle temperature estive le altre affermazioni: omofobe, razziste, inneggianti al manifesto fascista di Verona – in cui si diceva, tra l’altro, che gli ebrei erano una razza nemica – e oltraggiose nei confronti dell’Europa, dell’Italia, dei partigiani e della Costituzione Repubblicana.
Tali espressioni sono gravissime e da condannare in toto e fermamente.
L’ANPI non smetterà mai di ricordare a Minutillo, e a tutti coloro che si riconoscono nelle sue parole, che la Costituzione Italiana si ispira, realizza e garantisce i diritti inviolabili della persona, l’uguaglianza formale e sostanziale dei cittadini, la libertà religiosa, i diritti e le libertà democratiche, come massimo risultato conseguito dall’antifascismo e dalla Resistenza che si sono opposti e hanno contribuito a liberare l’Italia e l’Europa dalla negazione dei diritti e delle libertà, dalla guerra e dal messaggio di morte dei totalitarismi fascista e nazista.


Per il Coordinamento regionale ANPI Emilia-Romagna
ANNA COCCHI


Ultimo aggiornamento Mercoledì 20 Luglio 2016 14:20
 

Pastasciutta antifascista a Bologna e provincia

E-mail Stampa PDF

Pastasciutta antifascista a Medicina

Il 25 luglio 1943, per festeggiare la caduta del fascismo, la famiglia Cervi distribuì un piatto di pastasciutta a tutti gli abitanti di Campegine. La Pastasciutta antifascista è da diversi anni un appuntamento fisso a Casa Cervi e in tutta Italia.

Ecco le pastasciutte organizzate da alcune sezioni ANPI di Bologna e provincia: 

Domenica 24 luglio a Bologna al Pratello (Centro sociale La Pace) pastasciutta antifascista con la partigiana Lidia Menapace con la quale faremo due chiacchiere sul prossimo referendum costituzionale.

Domenica 24 luglio a Bologna al Centro sociale Italicus cena per festeggiare la caduta del fascismo; al termine lotteria con ricchi premi e per chi balla: tango.

Il 25 luglio vieni a Villa Pasi a Medicina a condividere la pastasciutta antifascista con noi, ci saranno anche la musica de Gli arrampicatori di specchiIvano Marescotti.

Il 25 luglio quinta edizione della pastasciutta antifascista a Colle Ameno di Sasso Marconi: poesie, mostre, visite guidate, presentazione di un nuovo presidio di Libera, tavola rotonda su Pace, solidarietà, diritti, balli.

Il 25 luglio in Piazza Martiri a Sant'Agata Bolognese appuntamento con la pastasciutta antifascista per non perdere il filo della memoria. Sarà con noi Mauro Maggiorani dell'ANPI provinciale; a seguire musica dal vivo.

Ti aspettiamo

Leggi tutti i dettagli sul nostro calendario degli eventi

Ultimo aggiornamento Venerdì 22 Luglio 2016 13:59
 

per il pane, la pace e la libertà

E-mail Stampa PDF

portone bolognese con biciclettaPer la rassegna Bologna che storia! l'Associazione Youkali presenta Per il pane la pace e la libertàdedicato alle straordinarie azioni quotidianamente svolte durante la guerra di Liberazione dai nazifascisti dalle partigiane di Bologna.

La drammaturgia e la regia portano la firma di Simona Sagone, la consulenza scientifica è a cura dell'ANPI Saragozza e del Coordinamento donne di ANPI.

Introdurrà Mauria Bergonzini, del Coordinamento donne di ANPI, in scena; Simona Sagone e Sara Graci.

Scarica il volantino per le info di dettaglio e per prenotazioni

Ultimo aggiornamento Venerdì 15 Luglio 2016 20:02
 


Pagina 1 di 75


Porta Lame / il tuo nome ha un suono epico
ricorda/l'unica battaglia aperta
contro il nemico nazifascista
fra mura cittadine/di tutta la resistenza italiana
prima del grande aprile
fu un'intera giornata/difesa tra le macerie
e la sera fu una vittoria
conquistata d'assalto
la parola d'ordine era "Garibaldi combatte"
ed era Garibaldi / il cuore della città

lapide di Porta Lame - Bologna

Questo sito web usa i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione ed altre funzioni. Per saperne di più sui nostri cookies e come eliminarli, leggi la nostra Informativa.

Accetto i cookies da questo sito.

Informazioni sulla Direttiva e-Privacy